È arrivata la calura… Giù un bel piatto di verdura…

Anche quest’anno è arrivata l’ondata di caldo intenso: spossatezza, insonnia, a volte anche disturbi gastroenterici e crampi muscolari.
Vediamo come regolarci a tavola per evitare disidratazione e stress da carenza di minerali.
Colazione: col caldo niente di meglio di una colazione fresca:  yogurt e cereali, più un frutto fresco (mai succhi confezionati). Per chi non rinuncia al latte è consigliabile quello parzialmente scremato e a lunga conservazione: il latte fresco è più facilmente deperibile sia  durante il trasporto dal produttore  al punto vendita, sia durante il trasporto dal supermercato a casa.
Pranzo: rigorosamente leggero,  in modo da consentirci di svolgere le attività  pomeridiane  senza sonnolenza, ma col giusto apporto di nutrienti e minerali. Pane, meglio se tostato, e tanta verdura  fresca da accostare a bresaola, pesce in bianco, tonno sgocciolato,  ma anche legumi  (esempio: fagioli e tonno, piselli carote e tonno), carne bianca. Max 1 cucchiaio d’olio d’oliva come condimento, e un frutto. È preferibile consumare la carne rossa e i latticini una sola volta alla settimana.
Cena: è consentita la pasta con verdure e 1 cucchiaio di parmigiano  oppure pasta con   legumi,  e  un frutto.
Gli spuntini, se graditi, saranno a base di frutta fresca di stagione.
Le quantità devono essere calcolate soggettivamente dal nutrizionista.