Coliche addominali del neonato

Possono comparire intorno al secondo mese di vita, sia in caso di allattamento al seno che artificiale; si riconoscono perché il bambino tira le gambine mentre piange; spesso sono notturne, e mandano in tilt i neo genitori, esasperati e frustrati dal pianto continuo che non riescono a gestire, costretti ad affrontare come zombie una nuova giornata senza aver riposato e poi… ancora un’altra nottata di urla e pianti.  Sono provocate dai gas intestinali del piccolino; vediamo come evitarle.

Se l’allattamento è al seno, assicurarsi che il neonato si attacchi bene a capezzolo e areola e che non ingoi aria durante la suzione; l’alimentazione della madre è fondamentale: attraverso il latte materno arriva infatti al piccolo qualsiasi cosa mangi o beva la mamma. Evitare i legumi assoluti; meglio il minestrone passato. Sostituire al latte vaccino lo yoghurt ed evitare i formaggi molli e latticini freschi. Vanno bene parmigiano e grana. Evitare i frutti di mare e i crostacei in generale: gamberi, gamberoni, astici ecc…

Tra le verdure preferire quelle più tenere di colore verde chiaro; evitare spinaci, rucola e in generale le verdure dal colore verde scuro e dal sapore forte.

Per quanto riguarda la frutta, evitare le fragole, i frutti esotici, pesche. Vanno bene mele, pere, agrumi, anche la banana un paio di volte alla settimana.

Sono assolutamente vietati gli alcolici: niente birra, vino, liquori, amari. Da evitare anche le bibite gassate: coca cola, aranciata, gassosa.

Il fumo sia attivo che passivo altera la composizione e il sapore del latte.

Preferire dolci secchi a quelli farciti; cioccolato e caffè interferiscono col riposo del piccolo.

Se l’allattamento è artificiale o misto, assicurarsi che il bambino non succhi aria: a fine suzione deve restare almeno un dito di latte nel biberon; se è svuotato tutto significa che il piccolo ha ancora fame e ha succhiato aria.

Come comportarsi durante una colichetta:

posizionare il neonato a pancia in giù, steso sul braccio della mamma o del papà; passeggiare per casa col bimbo in questa posizione. Se il pianto persiste spogliare il bambino ed assicurarsi che il pannolino non sia sporco o stretto.

Cosa NON fare durante una colichetta:

restare nel letto e sbatacchiare la culla: il neonato piangerà ancora più furiosamente non appena smetterete. Farsi prendere dagli isterismi e urlare al neonato di stare zitto: il pianto è l’unico modo che ha per comunicare un disagio e sta al genitore cercare di capirlo e calmarlo. Inoltre le urla lo agitano ancora di più. Ficcargli in bocca biberon oppure la tetta per farlo stare zitto.

Contattare il Pediatra il giorno dopo per escludere altre cause che determinano il pianto; il Pediatra oppure il Nutrizionista Pediatrico potrà consigliare dei prodotti naturali per alleviare le colichette, e suggerire alla mamma che allatta l’alimentazione più adeguata.